28.3.07

Brillante

Oggi la mia seconda e, al momento, ultima lezione è stata proprio Brillante.
I ragazzi erano attenti, il professore non lo avevo visto mai così euforico (confermandomi così altre collaborazioni..) e io mi son sentito davvero utile - mi piace pensare come un' innaspettata esplosione di idee.
Mezz'ora teoria con esempi e schizzi di come si fa un sito web aggiungendo, nel mezzo, 10 minuti di 3 belle slide sulle mappe mentali.
Hanno avuto successo
.

Infine ho concluso con quello che ho voluto intitolare "l'Angolo del Libro", in cui elencavo e facevo vedere un sacco di bei testi come Iillusion of Life della Disney, Design Workshop di Robbie Williams ma anche Come usare il cervello del mitico Richard Bendler, The 5 C's of cinematography, Painting with Light di John Alton e un sacco di altri ancora. Non avevo mai visto i ragazzi così partecipi ed attenti. Alla fine della lezione tutti attorno alla cattedra a far domande e aver consigli.
Bravi, i Miei ragazzi. La info-trasmissione ha avuto successo.

In chiusura dei saluti uno studente della seconda classe mi ha anche, timidamente, in disparte, chiesto come «ho fatto a diventare così».
Questo è proprio il sale della vita.

27.3.07

Fine della scuola

Domani termina la mia prima esperienza da collaboratore all'università. La settimana scorsa ho insegnato ai ragazzi un pò di flash in 3 ore mattutine.
Ammetto che all'inizio è stata dura: correvo troppo, credevo alcuni argomenti fossero già stati acquisiti, fastidiosi sbadigli..

Poco male: verso la fine mostrare esempi concreti ed raccontare come si realizzano i progetti è stato inebriante, la classe si è animata e riempita e, alla fine, l'innaspettato voler far domande e il chiedere maggiori informazioni mi ha felicemente stupito.
Quanto avrei voluto che le mie esperienze da studente fosserò state così..

Domani mi aspetta la mia seconda lezione "personale" - finisco con il flash e tratterò le mappe mentali, dato che le uso (e abuso) in ufficio. Inoltre ho una lista di testi da consigliare e mostrare, giusto perchè si "tocchi con mano".
Trasmettere conoscenza è un'esperienza unica.
Peccato che i più ne perdano il piacere.

19.3.07

L'ospite nella mia collezione

Finalmente visto The Host.
Sono riuscito a convincere la mia compagna nel vederlo assieme e, seppur non sopporti i film in lingua originale con i sottotitoli in inglese, dopo l'ottima esperienza di Joint Security Area ha superato l'impaccio iniziale e ha goduto della visione.
Il film è davvero eccellente, molto più di un b-movie di mostri o la classica americanata.
Grazie film koreani.
Buoni anche gli speciali del secondo dvd.
Si, è vero, mi faccio prendere la mano quando sono pieni di schizzi e discussioni del design (dei mostri), ma questo è davvero Ottimo. Non c'è ombra di dubbio.

Oggi mi sento anche in dovere di segnalare un indirizzo di un ottimo artista italiano, federico bertolucci, di cui allego l'indirizzo al blog senza nessun commento.
Vedere per capire - poi, gustare please.

8.3.07

Giovedì creativo

Questo è il mio primo giovedì Libero - solo la mattina, in realtà.
Da oggi tutte le mattine del giovedì saranno dedicate al parkour, al disegno e ai progetti.
Ho deciso così con il nuovo contratto e mi è sembrata un'idea davvero geniale.
Non credevo che 4 ore mi rendessero di Buon umore - proprio con la B maiuscola - come è stato per oggi.
In realtà, dopo una settimana in malattia, ho solamente pulito casa e corso una mezz'ora, fatto un pò di spese e preso alcuni (3) libri nuovi.
Però questo senso di libertà mi ha fatto assaporare un dolcissimo gusto di un vero lusso che in qualche modo avevo dimenticato di poter possedere: quello del tempo.

La scorsa settimana ho finito in 2 giorni il mio ultimo libro di Corona, breve antologia di racconti di Erto, come pure un making of su La sposa cadavere di Burton, davvero interessante, anche se, come al solito, tutti tendono a elogiarsi e parlar bene l'un dell'altro.
Oddio, magari si trovano tutti bene nelle varie collaborazioni, ma, come da speciali di DVD, puntualmente «quello è un grande..», «adoro lavorare con lui..», «una creatività mia vista..» e tanti alt(r)i «bla bla bla» che, almeno un pò, mi sanno di finto.

Con il parkour ho incominciato a fare ripetizioni di 50 salti su 2 muretti, in sequenza.
Prima su uno alto (tutto a gambe pari), poi giù su uno più basso, giro, ritorno in salto su quello alto, e conclusione sulla posizione di partenza. 50 volte è faticoso, ma tempera.
E poi via di saltelli sul muro alto con le mani in appoggio. L'obiettivo è saltarlo con le mani come leva mentre le gambe stanno al petto.
I piedi toccano terra solo nella fase di atterraggio.
Altri 50...
Gli adominali ringraziano.