28.10.05

E intanto aspettando ancora e ancora ...

Questa mattina ho avuto uno spiacevole incoveniente che mi ha bloccato nel venire in ufficio.
Tristezza, il mio capo mi ha cercato per l'incontro.
L'ho richiamato e alla fine mi ha detto che appena rientravo al lavoro lo dovevo chiamare e ci saremmo visti. L'ho fatto..
Ha detto che era occupato e che mi chiamava PIU TARDI......

...è GIA' TARDI, DANNAZIONE.

_____________ ___ __ _

Ho rivisto il mio liveplan, ripulito.
Ecco l'immagine. Più chiaro, più efficace, più VINCENTE.

NOTA: non riesco a caricare le immagini al momento, non capisco perchè.. appena si sistema la aggiungo..

26.10.05

Aspettando...


Aspettando la chiamata dal mio capo, dopo la trentesima chiamata che li faccio IO e l'ennesimo "poiLaChiamo", allego finalmente il mio nuovo lifeplan.
Fatto ieri sera, è una bozza, ma mi dà la carica...
Se non mi vuole ascoltare, allora mi ascolterò da solo.

Cito (a memoria, quindi non sarà correttissimo, ma è il SENSO che conta) Missy Eliot ieri sera su mtv: «Quelli che seguono le solite vie lo fanno perchè in realtà non possiedeno creatività e inventiva. Per questo non rischiano, sanno che non ce la faranno... [..]»

Risparmio


Recentemente ho iniziato la mia politica del risparmio generale.
Oggi ho scaricato l'OpenOffice della SUN Microsystem.
Perchè pagare l'Office della Microsoft quando ne esiste uno GRATIS e funzionale della SUN?
Fatelo anche voi, conviene...

Riflettevo anche sullo spreco globale.
Benzina, platica, pannolini.. Davvero troppo.. Vicino dove lavoro c'è una bella discarica. Uno schifo passarci davanti.

Partecipo attivamente nella raccolta differenziata ma ci sono sempre settori che si possono migliorare. Per esempio, per quanto banale, quando bevo il caffè al bar e avanza dello zucchero nella bustina, la arrotolato, me lo infilo in tasca, e domani la riutilizzo.

Facciamo due conti (adoro i numeri, fanno la differenza):
5 grammi in una bustina di cui ne consumo diciamo 2 (riutilizzo fino a tre volte la singola busta) al giorno per 5 giorni alla settimana, per due pause caffè, in un anno fanno circa 1440 grammi, più di 1 chilo. Facciamo che siano anche solo UN chilo, ma rimangono comunque molti, no?
Uno piccolo spreco in meno - forse una cazzata ma è comunque qualcosa.
Un pò qui, e un pò lì...

CORREZIONI 9 nov '05: Un Amico mi ha fatto notare che l'openOffice NON è più della SUN. Beh, fate un salto sul sito per saperne di più...
Cito un estratto:
"On 13 October 2000 Sun Microsystems donated the source of StarOffice to the open-source community. Sun remains the project's chief sponsor and contributor, though the project can now boast contributions from Novell, Red Hat, Debian, Intel, and many other large and small companies, plus the very important and numberless contributions from independent developers, NGOs, and government agencies. All these have made OpenOffice.org not just a free alternative productivity suite but the best and most advanced productivity suite. And also a great community.
Thanks to all. "

25.10.05

Calcoli che fanno la differenza


L'altra sera stavo leggendo un libro riguardo GAME DESIGN e, a un certo punto, si cita il prezzo di un videogioco, circa 50$, che equivale a un giorno di paga di una persona che guadagna 14 mila dollari l'anno. Che il conto sia giusto o meno non importa, la questione su cui ho focalizzato la mia attenzione è che dividendo il MIO NETTO MENSILE in 31 giorni ricavo una cifra parecchio bassa non tanto per il mio standart di vita, ma in generale.
Non ho volutamente conteggiato la tredicesima, ma devo dire che mi sono spaventato. Innanzitutto ho subito drizzato le orecchie su quanto ogni tanto io sperperi il mio guadagno.
Risultato: da oggi investirò con maggiore attenzione pesando meglio i miei investimenti.
Ma non solo.
Ho anche deciso che devo alzare questa cifra FOCALIZZANDO al mio guadagno giornaliero. Credo che questa visione favorisca di molto il darsi da fare.
Provare per credere.

Ho fatto anche un rapido conto delle ore che spreco in attività che ritengo urgenti o interessanti oltre a quelle che investo per ciò che ritengo importante. Risultato: buone 12 ore sono buttate letteralmente nella discarica della inutilità.
Mi sono reso conto che dedico pochissimo tempo alle cose davvero importanti, tralasciandole per attività così riduttive e, alla fine, stupide.
In primis troppa tv, che mi distrae, quindi punto uno, via la tv…

Tra parentesi le lezioni di inglese della mattina vanno a gonfie vele, non mi pesano e mi fanno sentire davvero bene.
Per farne una ci metto solo dai 10 ai 15 minuti, poi ho tutto il tempo per fare molte altre cose - che chiedere di più?

20.10.05

Percorsi


Per plasmare il mio destino devo padroneggiare molte abilità - lo voglio fare per essere soddisfatto, per vivere una vita di ECCELLENZE, voglio essere un esempio e mostralo in questo blog.

Nel mio lavoro devo scoprire i segreti del software Maya e per farlo ho acquistato la guida ufficiale. Tre giorni fà ho dato un'occhiata alle lezioni del testo per capire come suddividere questa attività ... Il concetto è che ci dedico del tempo, breve o lungo che sia, quel che basta per acquisire qualcosa, senza stress.
Come insegna la filosofia del kaizen, ogni piccola miglioria diventa significativa nell'insieme delle piccole migliorie quotidiane.

La prima oretta del mattina è tutta dedicata al ripasso della lingua inglese - ho un bel libro diviso in circa 135 unita, una/due al giorno per 3 giorni alla settimana fanno una quarantina di settimane, ovvero circa un anno, mantenendo il ritmo. Non proprio poco, forse, ma una lezione al giorno non mi affaticherà e posso focalizzare per bene alla lezione e PADRONEGGIARE.
Voglio anche disegnare più spesso e quindi pubblicare sul mio blog i miei disegni più spesso.
É il caso che migliori le mie abilità artistiche e per farlo devo ripassare i miei testi di anatomia. Il risultato che voglio raggiungere è riuscire a disegnare qualsiasi cosa in qualsiasi momento senza far fatica nel crearla.
Adesso come adesso ho la tendenza a focalizzare sul fatto che non riesco, che fallirò... Per non farlo devo padroneggiare il disegno. Ottimi risultati mi faranno cancellare questa limitante sensazione.

Ho nel mio piano di riuscire anche a finire una storia intera di un mio fumetto.Ho già completato una storia che è stata pubblicata da una piccola casa editrice italiana anni e anni fà ma non ne sono molto orgoglioso. In realtà ho in mente diverse storie, di diverso genere, di diversi stili.
Inoltre voglio anche specializzarmi in colorazione al computer. Voglio essere capace di realizzare dall'inizio alla fine una storia a fumetti con uno stile personale, che passi dalle matite fino ai colori. Voglio raccontare storie.
Anche qui per spronarmi ho in testa un'immagine di (ex) colleghi (come nel precedente post) incapaci di sfondare, straffottenti e invisiosi - ODIO L'INVIDIA - che con i loro sguardi sono chiari nel volermi comunicare che NON POSSO AVERE SUCCESSO, ma anche qui dimostrerò quanto la mia tenacia possa valere.

Devo manipolare il mio tempo focalizzando sulle cose davvero importanti per stringere tra le mie mani i risultati che voglio.
A volte un anno di cambiamenti offre un numero basso di migliorie, ma 10 anni sono abbastanza per rivoluzionare completamente il proprio mondo.

É quello che farò. Stay tuned.

18.10.05

Missione per l'eccelenza


Dalle tante frasi che mi hanno colpito di Tony Robbins, una ha davvero contribuito ad alterare il mio punto di vista: «spesso le persone si impegnano a fondo nel gioco tanto da ottenere risultati stupefacenti ma NON si comportano nello stesso modo nel lavoro...».
Non è triste? Questo vuol dire che effettivamente non si è stimolati nel lavoro, che probabilmente si viene in studio o in ufficio perchè "si deve", non perchè piace. Non è RIDICOLO? Qualcuno dirà "beh, belle parole ma quando il tuo lavoro ti fa schifo voglio proprio vedere come faresti tu".
Che dire, io mi sono posto l'obiettivo di cambiare per MIGLIORARE OGNI GIORNO IN TUTTE LE COSE. Se invece c'è qualcuno che preferisce continuare impastato nell'insoddisfazione, è tranquillamente libero di farlo.

La mia MISSIONE nelle prossime settimane sarà di trasformare la mia passione in lavoro perchè voglio vivere di creatività. Solo così so che darò davvero il meglio e potrò raggiungere l'apice della soddisfazione.

Ho il desiderio di vincere una scommessa con me stesso in cui dimostrerò che sfondare nel mio lavoro in Italia è possibile... Ho quest'immagini davanti agli occhi di alcuni (ex) colleghi dalla visione limitata che mi guardano e dicono «Dai, dai.. non ce la farai mai. Proprio come noi.»
E invece li dimostrerò cosa POSSO FARE e come riuscirò a ESSERE LA DIFFERENZA.

17.10.05

Ora BASTA


Dunque, da oggi si incomincia il cambiamento per una qualità di vità eccellente.
Basta cazzate.
Ho riflettuto sul mio stato fisico e sul cibarsi di cibi inutili. Smetto ADESSO subito con il cibarmi di troppo pane, quindi lo elimino all'istante dal pranzo. I carboidrati che ingerisco sono troppi, NON NE HO BISOGNO.
E via anche un caffè al giorno, direi quello della pausa pranzo, e comunque mai più la sera. Mantengo il caffè al mattino, la tappa al bar mi piace molto perchè vedo la cameriera carina (e sorridente) e mi sento parte di una comunità, quella della gente al bar. Inoltre mi piace vedere gente passseggiare, un pò di vità, le formiche umane al lavoro.
Almeno finche non torno a casa, lavorando in un altra città, lo farò. Al momento non mi è in più - anzi, diciamo che MI STA BENE COSI'.

Guardando un filmatio di T. Robbins (link sulla colonna a destra per capire di chi si tratta..) diceva che chi si ciba di cibi gustoni ma purtroppo scarsamente nutritivi lo fà perchè danno solievo da una situazione di infelicità. Quindi, per esempio, sono stanco e stressato dopo una giornata di lavoro e, appena uscito, mi sparo una bella scatola di biscottoni al cioccolato che, con loro bonta, mi alleviano dalla fatica appagandomi nel gusto.
Io NON VOGLIO FARLO PIU'. Mi fa schifo l'idea di essere debole e fare una cosa del genere solo per compensare una falla che ho in me. Basta falle.
Voglio avere un corpo forte ed energico che mi aiuti e mi sostenga nella mia missione per l'eccelenza. Ah, bello, si, lo devo riscrivere:

MISSIONE PER L'ECCELLENZA.

Pensando al mio fisico ideale ho molta invita degli adominali scolpiti e di possenti pettorali. Quando vidi per la prima volta il film Pitch Black con Vin Diesel pensai che lui avesse proprio un corpo eccelente. Decisi che volevo essere come lui, mi allenai tutti i giorni ma non focalizzando sul mio obiettivo e non rafforzando la mia connessione mentale non son riuscito a raggiungere il risultato sperato. Dopo mesi ho mollato. Ero in forma ma l'allenamento mi diventava pesante e spesso preferivo dormire la mattina - per inciso, non lavoravo ancora.
E' ora di pianificare il mio corpo, voglio mostrare a tutti che ne sono capace e finalmente eliminare i miei piccoli rotoli di ciccia.

Ma perchè smuovermi e crearmi il mio corpo d'acciaio?
Per i seguenti motivi:


.Rivedere i miei vecchi amici e dimostrare ad alcuni di loro che ho ripreso la strada dell'eccellenza e questa volta NON HO FALLITO
.Avrò più energia e forza nelle fare le cose
.Starò più dritto con la schiena
.Mi darà l'autostima per affronatre i miei prossimi traguardi della carriera
.Mi guarderò allo specchio con maggiore soddisfazione
.Farò sesso con la mia ragazza con più gusto, sentendomi più desiderato
.Sarò un modello per altri, prima di tutto in famiglia - insomma sarò più leader

Credo proprio che sia la leadership quello che cerco e la soddisfazione di essere riuscito a raggiungere i miei obiettivi.
Essere felice perchè libero di fare quello che mi piace potendo scegliere e gustarmi poi i risulati.

14.10.05

La salute innanzitutto


Questa mattina ho chiamato l'ospedale, impegnativa alla mano, per una visita medica per un mio parente stretto che era impossibilitato a chiamare.
La visita sarebbe abbastanza urgente perche il sintomo si sta sviluppando abbastanza in fretta ma non c'è posto prima di 10 giorni e per l'urgenza bisogna avere - giustamente - l'impegnativa con l'urgenza segnalata. Fisso l'appuntamento comunque ma subito dopo chiamo il mio medico di famiglia per un consiglio - ottima professionista, tra parentesi.
Dice di aspettare i 10 giorni e che è meglio NON mettere l'impegnavita urgente perchè ritiene che le urgenze finiscono in pronto soccorso per poi NON VENIR OSSERVATE CON ATTENZIONE.
Il perchè è presto spiegato: trattano il paziente come quello che voleva saltare la fila e, per ripicca, lo visitano con superficialità.
Li ho risposto che la cosa mi faceva abbastanza schifo ma comunque pare sia meglio aspettare a questo punto - ma dico io, si parla di di patatine o della salute di una persona?
MA SI PUO'????

12.10.05

1 a 0 per noi, palla al centro


La riunione è passata.
I risultati finali sono stati due, entrambi che danno nuova linfa alla struttura ma con rischi ben distinti. Non posso aggiungere altro, al momento... probabilmente nessuno ha ancora letto queste pagine, ma meglio non far trapelare nulla.

Cmq sono contento e soddisfatto delle mie capacità: oggi ho fatto un passo avanti nell'affrontare riunioni impegnative e avere la situazione in pugno (ah, bella questa metafora, la ADORO! rende tangibili le cose!) e ancora una volta mi rendo conto che la preparazione è tutto.
Non ci vuole molto, ma DEVE essere fatta. Almeno uno schema, una mappa mentale (di queste ne parleremo più avanti) ancora meglio, almeno sui punti principali del discorso.

Mi sono preparato un documento che ho lasciato al mio capo con i miei piani, ho fatto un pò di pratica sulle cose da dire leggendolo in pausa pranzo e ho dato il meglio di me SAPENDO COSA DIRE.
La mia passione è venuta tutta fuori, sono assolutamente certo di aver fatto una buona impressione, ma pare non basti, ci vogliono anche finanziamenti e soldi sicuri. Un futuro su basi assolutamente certe, insomma.. staremo a vedere, dato che ho un piano anche per questo, naturalmente.

Avrò una risposta la settimana prossima e credo che io, poi, possa anche renderne pubblica almeno una porzione e magari aggiungere ancora una volta che le opportunità, se si cercano, si trovano, basta essere pronti.
Amen.

11.10.05

Obiettivo primario: GARANTIRE PROFITTO



Dopo ripetuti tentativi ho chiamato venerdì sera il mio capo al cellulare, numero che ho avuto per via traverse, e li ho proposto una riunione speciale. La chiamata è andata a buon fine, ho cancellato il nervosismo immaginandomelo contento di sentirmi e infatti ha accettato di buon grado (almeno dal tono della voce) la mia chiamata.

Oggi pomerriggio ci sarà l'incontro. Sto stendendo un documento sulla nuova gestione incentrata sulla qualità, cercando di essere realistico possibile ma anche colmo di passione che sono sicuro riuscirà a cogliere. Spetterà a lui capire quanto la nuova gestione possa essere vincente.
Ovviamente non si ha l'intenzione di spacare il mondo, ma di GARANTIRE PROFITTO a lungo termine, con una serie di costanti e continui miglioramenti.

Primi passi per una vita piena di passione


Ecco qui il grafico della mia situzione attuale.

Vediamo un pò:
fisicamente non mi sento in formissima.
Un pò di pancetta da togliere, spalle gobbe, pettorali assenti. Settimana scorsa giocando con la bambina ho eseguito delle capovolte sul tappeto e mi son sentito vergognosamente rigido - anche se ho riscoperto quanto divertente sia rotolare. Fondoschiena ok e anche le gambe sono le solite ma in effetti non mi piaccio molto. 6 è sufficente, diciamo che ancora non mi sento di aver superato il limite.

Con la dieta andiamo così così, spesso mangio dei dolcetti, specie dopo cena, spesso formaggi che dovrei limitare come pure il pane, anzi eliminare. La mia dieta non mi rilascia ancora tutte le energie che vorrei. Troppi caffè e troppe brioche.

In famiglia frequenti litigi con la compagna di sicuro non mi fanno onore e vedo che la piccola è un pò frignona e abbastanza viziata. Il rapporto è ok, ma si può tranquillamente migliorare. Uhm , forse 6 è più realistico.

In cultura 5, leggo parecchio in quest'ultimi mesi (5 libri in due mesi con altri 3 incominciati) ma mi sento ancora molto ignorante - di geografia non so praticamente nulla, per esempio.... Inoltre nello scrivere tendo ancora a complicare le cose nello spiegare i concetti, devo imparare a semplificare.

Amici non ne ho molti, anzi, diciamo che non coltivo molto le amicizie seppur sia abbastanza carismatico e ben accetto. Credo che dovrei fare qualche bella chiamata qui e lì e magari organizzare una bella cena con i vecchi compagni di università.

Nel denaro ancora troppo poco per fare la vita che voglio, inoltre investo male i miei capitali anche se di sicuro non ho le tasche bucate - solo con la benzina sono un discreto risparmiatore. Non mi posso ancora finire la casa come vorrei, mandare la bambina all'asilo steineriano, cambiare macchina.

Nella carriera non sono assolutamente contento di come stanno andando le cose. Mi sto preparendo a rivoluzionare la mia azienda e domani vedremo come vanno le cose.

Infine, eccitazione... uhm, ancora non riesco a saltare giù dal letto appena suona la sveglia e partire pieno di passione. Non mi sono posto le domanda giuste, direi.

....

Il primo passo al cambiamento è stato fatto, mi sono fatto una prospettiva della situzione. Uhm.. in realtà scrivendo non mi sembra molto precisa. Ci ripendo e modifico... Inoltre devo aggiungere e modificare alcuni punti del grafico. Ma la via del Kaizen sta già prosperando e sono immerso in obiettivi di pura soddisfazione.

10.10.05

toKnow 1.0



Ecco la prima versione della lista delle persone che voglio conoscere nella mia vita:

.Neil Gaiman - scrittore http://www.neilgaiman.com/
.Dream theater - gruppo musicale http://www.dreamtheater.net/
.Tony Ronnins - coach di PNL http://www.anthonyrobbins.com/
.Tatsuya Egawa - fumettista giapponese
.Marco Berry - la iena che ha fatto il programma sui senzatetto http://www.marcoberry.it/
.Max Cavalera - cantante metal politicamente molto attivo http://www.soulfly.com/

Non sono in lista di importanza o priorità, semplicemente ci sono e basta.

Libri: Neil Gaiman


Buon Lunedì a tutti!
Passato un buon week end? Io abbastanza bene anche se con alcuni bassi, naturalmente migliorabili. Ma di questo parletò in un altro momento.

Oggi ho letto sul fantasy magazine che l'ultimo libro di Neil Gaiman, Anansi Boys, sta stra-vendendo oltre oceano. Questo mi fa molto piacere, prima di tutto perchè mi piace come scrive, e pure molto, e poi perchè l'autore è una persona che va abbastanza contro tendenza, diciamo che va per la SUA strada e questo è secondo me un notevoloe punto a favore. Credo che un giorno lo conoscerò...
Ho avuto la fortuna di leggere 2 sue opere, Coraline e Stardust, e non posso che consigliare queste letture a tutti. Davvero belli.

Tra parentesi ho da poco scoperto gli audio libri. Che invenzione fantastica! Per chi non sapesse cosa sono, si tratta di libri in cassetta o cd, da ascoltare, per esempio, a casa mentre si fanno i lavori domenstici, ma anche in macchina (ma occhio alla strada!) o mentre si compie attività sportiva. King nel suo OnWriting dice di consumarme come noccioline.
Lo posso capire: ascoltare un libro in cd mentre torno a casa dal lavoro (circa un'ora di strada) è davvero un risparmio di tempo non indifferente. Provare per credere.
Il problema è che nel mercato italiano pare non funzionino o cmq gli editori grossi non investono. Non si investe sulla diffusione della rete internet, figuriamoci se si investe su cultura in cassetta. Se qualcuno è in ascolto e può fare la differenza, si muova!

Per seperne di più sugli audiolibri date un'occhiata a questo sito del "Il Narratore", editore specializzato online. Ovviamente ce ne sono anche altri, cercate con Google.

8.10.05

Scavarsi la fossa da soli


Ho aggiunto alcuni link che visito spessisimo.
Uno su tutti, il Blog di Beppe Grillo. Incredibile in quale personaggio si sia svilupppato il comico Beppe Grillo.
Leggere le sue informazioni sulla realtà italiana potrebbe anche intristire (sempre che gli si creda, ognuno è libero di farlo), ma invece dovrebbe spronarci a rendere la nostra vita, e di conseguenza la vita di chi ci sta vicino, MIGLIORE.
Non ce lo meritiamo noi Italiani? Io credo di si.

Spesso, cmq, mi chiedo se ci sia davvero crisi in Italia. Forse nella mia zona non ancora o forse si cerca di fare finta di nulla. Mi capita di muovermi per le varie catene di negozi di elettronica ed elettrodomestici e vedo gente che compra e spende un sacco di denaro... vedo macchine nuove di continuo, scooters, console, giochi, pc.
Poi leggo di ditte che chiudono, vedi stabilimenti nel veneto della Heineken o della Luxottica e vedo pure la mia azienda in declino. Ma perchè? Da cosa nasce questa crisi?

Per la mia piccola fetta di mondo ho la mia risposta: pochi lavorano davvero per trarne profitto aziendale, creare sinergia, crescere. Forse non è chiaro che lavorando bene e favorendo la propria azienda si fa un favore PRIMA DI TUTTO a se stessi. Vedo gente che ritarda costantemente agli appuntamenti, che non chiama per avvertire, che non si fa vivo se ci sono problemi con la merce, che non rispetta gli scheduling....

Come mai? Forse c'è troppa ricchezza e benessere... Mi sembra che non sia chiaro che se si rubano ore di impegno in ufficio ci si scava la fossa da soli.
Qualcuno potrebbe scrivermi che sono cazzate o magari che alla fine solo i capi si arricchiscono e gli operai stanno sempre lì. Ma che sia davvero così? Le aziende nascono per fare profitto e se qualcuno vale non ha alcun senso lasciarlo a casa o pagarlo di meno.
Ma ricordiamoci che alle alte sfere deve essere chiaro quanto uno vale. E se le cose non funzionano bisogna farsi un bel esame di coscienza e se non si ha colpa, meglio andarsene. Cambiare...
Se si ha lavorato bene non si può che essere fieri di se stessi.

7.10.05

L'era dell'ottimismo


Ieri sera ho finalmente acquistato la mia penna usb - lettore mp3. Ottimo acquisto.
L'ho presa all'unieuro. In realtà ne volevo una più economica ma, guarda caso, non c'era.
Uhm...

Nulla di strano, in teoria, peccato che fosse in offerta nella pubblicità e, alla domanda , <<non l'avete questa?>> è seguita la curiosa risposta <<non so mica se mi arriva, sai?>> - stessa risposta che ricevetti tempo fa quando chiesi di un HD esterno in offerta che, per motivi confusi, non sarebbe probabilmente mai arrivato. Chiesi dell'altro modello più caro, sempre in offerta, presente in vetrina ma - SORPRESA!- costava 15 euro di più del prezzo della pubblicità.
Il ragazzo si scuso e, girandosi, si lamentò con il collega per non aver aggiornato i prezzi. Il secondo fece una faccia assolutamente sorpresa. Inoltre, sempre ieri sera, una signora si stava lamentando per il fatto che un portatile costasse ben di più dell'offerta pubblicata...

Ora, è vero che nell'ultima pagina della pubblicità cartacea recapitata a casa c'è scritto che i prezzi possono subire variazioni improvvise ma allora che razzo le fate a fare ste offerte? Specchietti per le allodole?
Che tristezza...

L'inizio del costante e continuo miglioramento


Eccoci qui per il primo messaggio..
Periodo ricco di cambiamenti: lavoro, desideri, obiettivi..
ma sempre pieno di ottimismo, mi appresto a puntare in alto.

Avrei sperato di poter finire un altro pezzo di casa, magari cambiar macchina e fare un fratellino per la piccola, ma pare che ci sia qualcosa che mi vuole bloccare. Strano il destino...

Oggi dovrei acquistare un bel lettore mp3 tascabile, ormai se ne trovano a meno di 50 euro, così potrò ascoltarmi indisturbato i mie file sul come raggiungere i miei obiettivi e migliorare.
Sempre e costantemente.
Domani mi aspetta una prima riunione con il mio capo, vediamo se riesco a smuovere qualcosa.
Per chi leggerà queste parole potranno sembrare poco chiare, abbiate pazienza, non posso dire ancora tutto...