31.12.05

Ultimo dell'anno...

Sta sera ci si lancia nei cenoni.
Sto ancora male quindi esco solo per andare a cena da un'altra copia con prole. Si sperava di andare in montagna ma fa troppo freddo. Spero in ogni caso di passare una piacevole serata anche se non mi sono mai andati giù molto i festeggiamenti dell'ultimo dell'anno, credo perché mi sento in qualche modo obbligato a farli e questa cosa non mi piace.

Facendo spese mi sono imbattuto nella nuova console della new generation, l'xbox360 ma devo dire che sono abbastanza perplesso. Da un lato sembra avere degli ottimi giochi, dall'altra dove si trovano gli stand promozionali gli schermi LCD a 16:9 non rendono affatto, anzi sono pure sregolati tanto da far passare questo gran pezzo d'hardware all'apparenza un bel buco nell'acqua. Oddio, non che sia la mega rivoluzione (infatti parlerei di current generation più che di next, come ha scritto qualcuno), ma direi che sia più che dignitosa. Peccato che non venda proprio bene e che il costo di produzione sia il doppio del prezzo di lancio, almeno così ho letto.

Rimanendo in tema videoludico, mi hanno regalato il videogioco di King Kong, davvero ben fatto. All'inizio mi annoiava un po' essendo abbastanza ripetitivo, ma poi mi sono fatto prendere e sono proprio orgoglioso di possederlo. Lo consiglio a tutti...

Ho mollato da un po' le mie lezioni di inglese, più che altro per “caso”, nel senso che in vacanza non avevo con me il libro e questo mi ha disabituato, ma poi rincasato tra le mille cose da fare mi sono lasciato andare un po' troppo...
Ho appena aggiornato subito il mio live plan che presto ripubblicherò.
Sto pensando, tra l'altro, di riservarmi già le ferie per il prossimo anno, giusto per fare altri progressi nel reparto "viaggi".
Invece sul livello del fisico sono proprio da rispolverare. È passato un sacco dall'ultima volta che ho fatto una bella corsa e ne sento effettivamente il bisogno.
Una o due settimane fa ho visto su Mtv uno di quei programmi sulla vita di persone comuni che tentano di raggiungere certe mete. Una di queste era una ragazza che tentava di scolpirsi il corpo per fare la ginnasta. Vederla fare i piegamenti mi ha fatto un sacco voglia, tanto da mettermi io stesso per terra a eseguirli.

30.12.05

Ahhh


Oggi sono un pò triste.
Sono giorni che non metto mano sui miei libri, devo riorganizzare le mie mappe mentali per proseguire ma non ci sono ancora riuscito, e sto pure male.
Ho perso la voce a causa di un mal di gola, ma di sicuro c'è di peggio.

Finalmente ho utilizzato la mia stampante/scanner nuova e mi sono stampato alcune belle foto. Un Bel Grazie a chi me l'ha regalata!

Ieri sera mi sono visto con il mio amico per studiare come elaborare il nostro fumetto, anzi la nostra parte di vita dedicata all'arte sequenziale. Di questo sono molto felice e spero presto di riuscire a metter su alcuni disegni nuovi.

Intanto qualcuno trama nel buio...
"invidia invidia!" urlò un ombra nel vicolo.

27.12.05

Tante belle novità


Si avvicina sempre più il capodanno e un sacco di cosettine belline mi stanno capitando.
Sono proprio contento.
Sento molto calore e partecipazione, sto bene.

Intanto i primi commenti si fanno vivi in questo blog letto da nessuno..
O forse no?

15.12.05

L'anno nuovo si avvicina


Oggi sono ancora a casa. È bello viversi la proprio casa, stare con la mia piccolina, godersi le proprie cose.
Sto risistemando un po' di cose, faccio un po' di pulizie, metto in ordine, ci voleva proprio.
Ho anche contattato una nuova azienda, probabilmente lavorerò per loro a partire da febbraio. Onestamente pagano proprio una miseria, specie per un padre di famiglia, ma alla fine come tappa buchi credo mi accontenterò per il prossimo semestre. Ho proposto una leggera maggiorazione della loro proposta, se accettano firmo e si parte.
Ambiente giovane e fresco... si, insomma, un po' di aria nuova.

Ho steso un nuovo fax per il mio (ex) capo, continua a cercarmi perché ora è con l'acqua alla gola e non sa come salvarsi. Ci ho parlato due giorni fa ma lui non vuole venire in contro alle esigenze del team e sistemare le cose: pagare in orario pare sia in qualche modo inaccettabile.
Se firmerà il nuovo fax - si, è vero, credo nei miracoli – tornerò in ufficio e ce la metterò tutta per salvare il culo all'azienda. Altrimenti starò qui a ripassarmi le mie cose e lavorare ai miei libri.

Naturalmente questa riproposta nel precedente posto di lavoro non è fatta per il piacere di fare. Ci sono in ballo i soldi, la mia autostima, l'idea di farcela dove altri hanno fallito, il rinforzare i contatti con i clienti al fine di sfruttarli per i miei personali fini, un giorno se le cose andassero bene come sto pianificando.
Insomma tante cose. E poi anche il lavorare con i colleghi di cui alcuni apprezzo molto.

Recentemente ho anche scoperto che uno di loro ha scoperto il mio blog – la cosa mi crea un certo imbarazzo ma ne sono felice.
Lo saluto e spero che anche per lui le cose vadano per il meglio. Se stai leggendo, quindi, ciao bello!

Sto stendendo un documento su un nuovo prodotto che vorrei realizzare, ho alcune idee interessanti e continuando a scrivere il libro sulla mia attuale esperienza lavorativa mi rendo conto di moltissimi dettagli importanti.
Con il mio libro sono a quota 11 pagine piene piene. Diversi appunti attendo di riempire le alte.
Ah, si, sto usando le mappe mentali per rappresentare l'andamento della giornata e quello che debbo fare. Sono davvero fantastiche.

9.12.05

La fine dell'inizio....


Ho dato le mie dimissioni al lavoro per giusta causa, ritardo nei pagamenti (quasi due mesi).
Ho ricevuto lo stipendio di settembre solo martedì scorso.
Che VERGOGNA.

Mi sono rotto di essere preso in giro, di false promesse, di inseguire telefonicamente l'amministratore per discutere sul come tirare fuori dai casini la SUA azienda. Questo scarso interesse mi fa capire che non gliene frega proprio niente - quindi perchè dovrei interessarmene io?
Mi sono rotto di salvare il culo agli altri, di dover riparare agli errori di un project manager incapace e super pagato che, dopo mesi di date non rispettate sulla chiusura del progetto, scappa con la scusa di averne le scatole piene di "questa situazione".

Beh, ora vedremo cosa farà l'Azienda senza nessuno che gli finisca il progetto.
L'avevo avvertito.
Uomo avvisato...