Passa ai contenuti principali

L'anno nuovo si avvicina


Oggi sono ancora a casa. È bello viversi la proprio casa, stare con la mia piccolina, godersi le proprie cose.
Sto risistemando un po' di cose, faccio un po' di pulizie, metto in ordine, ci voleva proprio.
Ho anche contattato una nuova azienda, probabilmente lavorerò per loro a partire da febbraio. Onestamente pagano proprio una miseria, specie per un padre di famiglia, ma alla fine come tappa buchi credo mi accontenterò per il prossimo semestre. Ho proposto una leggera maggiorazione della loro proposta, se accettano firmo e si parte.
Ambiente giovane e fresco... si, insomma, un po' di aria nuova.

Ho steso un nuovo fax per il mio (ex) capo, continua a cercarmi perché ora è con l'acqua alla gola e non sa come salvarsi. Ci ho parlato due giorni fa ma lui non vuole venire in contro alle esigenze del team e sistemare le cose: pagare in orario pare sia in qualche modo inaccettabile.
Se firmerà il nuovo fax - si, è vero, credo nei miracoli – tornerò in ufficio e ce la metterò tutta per salvare il culo all'azienda. Altrimenti starò qui a ripassarmi le mie cose e lavorare ai miei libri.

Naturalmente questa riproposta nel precedente posto di lavoro non è fatta per il piacere di fare. Ci sono in ballo i soldi, la mia autostima, l'idea di farcela dove altri hanno fallito, il rinforzare i contatti con i clienti al fine di sfruttarli per i miei personali fini, un giorno se le cose andassero bene come sto pianificando.
Insomma tante cose. E poi anche il lavorare con i colleghi di cui alcuni apprezzo molto.

Recentemente ho anche scoperto che uno di loro ha scoperto il mio blog – la cosa mi crea un certo imbarazzo ma ne sono felice.
Lo saluto e spero che anche per lui le cose vadano per il meglio. Se stai leggendo, quindi, ciao bello!

Sto stendendo un documento su un nuovo prodotto che vorrei realizzare, ho alcune idee interessanti e continuando a scrivere il libro sulla mia attuale esperienza lavorativa mi rendo conto di moltissimi dettagli importanti.
Con il mio libro sono a quota 11 pagine piene piene. Diversi appunti attendo di riempire le alte.
Ah, si, sto usando le mappe mentali per rappresentare l'andamento della giornata e quello che debbo fare. Sono davvero fantastiche.

Commenti

Raoul ha detto…
Ah, che bel sito!!
Bravo e continua così!

Raoul Faenza

Post popolari in questo blog

Indies alla riscossa: Rain World Alpha 150224 e il prototipo di Ninja Rising ver.C86

Rain World, in arrivo per quest'estate su STEAM dopo aver starvinto la campagna su KickStarter ($62.3k contro i $25K richiesti). Bellissima pixel art, vien voglia di disegnarne.

Si spera solo che sia effettivamente divertente - ho alcuni dubbi su alcune scelte ma as usual son pronto ad adattarmi ;).

E che dire del prototipo di Ninja Rising, qui in ver.C86 Prototype(UE4 version)? Per ora io dico: magnifico. Lo voglio su PC:

People of Parkour Ep. 5 | Father & Son

Così dovrebbe essere... ;)

Questa volta NON è passato un anno...

...dall'ultimo post anche se il blog mi pare morto, più che altro perché non mi va di scrivere (roba davvero troppo personale) e uso più che altro l'app JOURNEY (per questo, anche se non sempre).

Devo dire che questi ultimi 2 anni no sono stati il top e il 2016, con papà in ospedale, abbastanza uno schifo. E alla depressione si aggiunge il procrastinare, la pochissima voglia di fare (a casa), l'odio per il lavoro e, forse, la vita.

Chissà come andrà a finire ma per ora non sono proprio sui binari giusti.
Devo però ammettere che scrivere, e scrivere anche qui, mi piace sempre molto, molto di più se lo faccio dalla tastiera e non da una virtuale.
Un po' come il disegnare, che mi piace sempre e mi da sempre molta gioia.
Mi metto su un tè e poi vediamo che fare stanotte.