Passa ai contenuti principali

Settimana che va, settimana che viene...

Questa settimana è stata abbastanza particolare.
Domenica scorsa. la mattina, ho passato 2 ore a discutere con la mia compagna sul come agisce quando è depressa.. anzi, a cosa pensa.
Ho (abbiamo) scoperto, anche se lo immaginavo già, che lei si crea una sorta di filmato nella testa del peggore delle situazioni che POTREBBE capitare.
Insomma, si limita e tende a "falllire" in anticipo - anzi, meglio, a non avere un risultato soddisfacente ponendosi nello stato d'animo sbagliato. Un pò come quando in bicicletta devi passare sul limite di un marciapiede occupato che, per quanto sia (per esempio) largo 25 cm (tipo 10 volte la ruota), ci si IMMAGINA già caduti dallo stesso. Questo pensiero fa indubbiamente sbagliare mossa e quindi cadere. Provare per credere.
é stato interessante sviscerare questo aspetto e spero metta in pratica un processo di auto blocco da limitante preconcetto.

Questa settimana è stata anche sinonimo di delusione con un amicone e collega, scoprendo che come lavoratore dimostra scarso impegno e rispetto per la catena di montaggio di cui fa parte.
Tristezza... Ma ho imparato che spesso si crede di conoscere una persona ma poi difronte a una situazione particolare, si sbatte con un comportamento davvero inatteso.

Al lavoro è stato un periodo intenso.
Ho finito un progetto ma pare che al cliente non sia piaciuto - più che altro perchè non sa decidersi e per una certa staticità nel risultato finale- ma intanto quello sucessivo, per lo stesso comittente e da fare in 70 ore, è capitato a me essendo l'elemento libero del team. Occhi puntati su di me, insomma, per vedere come ne vengo fuori.
Peccato che per terminare un altro progetto non mio mi sia dovuto tuffare per aiutare i colleghi in una lunga serie di traduzioni, conoscendo io due lingue oltre l'italiano. Inutile dire che questo ha creato notevoli disagi, sia a me che agli altri.
Alla fine molto stress è stato accumulato ma è successa anche una cosa miracolosa: avevo un terribile mal di testa ma con il fiato delle scadenze sul collo mi sono concentrato e il dolore è passato.
Mi chiedo dove stia la soluzione di questo incredibile risultato - devo capire perchè ormai di questi mal di testa ne ho piene le scatole.

Commenti

Anonimo ha detto…
_-_

Post popolari in questo blog

Indies alla riscossa: Rain World Alpha 150224 e il prototipo di Ninja Rising ver.C86

Rain World, in arrivo per quest'estate su STEAM dopo aver starvinto la campagna su KickStarter ($62.3k contro i $25K richiesti). Bellissima pixel art, vien voglia di disegnarne.

Si spera solo che sia effettivamente divertente - ho alcuni dubbi su alcune scelte ma as usual son pronto ad adattarmi ;).

E che dire del prototipo di Ninja Rising, qui in ver.C86 Prototype(UE4 version)? Per ora io dico: magnifico. Lo voglio su PC:

People of Parkour Ep. 5 | Father & Son

Così dovrebbe essere... ;)

Questa volta NON è passato un anno...

...dall'ultimo post anche se il blog mi pare morto, più che altro perché non mi va di scrivere (roba davvero troppo personale) e uso più che altro l'app JOURNEY (per questo, anche se non sempre).

Devo dire che questi ultimi 2 anni no sono stati il top e il 2016, con papà in ospedale, abbastanza uno schifo. E alla depressione si aggiunge il procrastinare, la pochissima voglia di fare (a casa), l'odio per il lavoro e, forse, la vita.

Chissà come andrà a finire ma per ora non sono proprio sui binari giusti.
Devo però ammettere che scrivere, e scrivere anche qui, mi piace sempre molto, molto di più se lo faccio dalla tastiera e non da una virtuale.
Un po' come il disegnare, che mi piace sempre e mi da sempre molta gioia.
Mi metto su un tè e poi vediamo che fare stanotte.