Passa ai contenuti principali

Papervision nemico, sul mio iPod

Forse siam partiti con il piede sbagliato..
Oggi ho incominciato lo studio/sviluppo del mio gioco iPhone esportando un esempietto 3D in flash realizzato in papervision, con la CS5.
Chiudo un occhio sul fatto che ci mette un sacco di tempo per fare l'app, ma che poi giri a 1 (UN) fotogramma al secondo mi ha davvero lasciato interdetto.
Ok prestazioni basse ma qui si sta esagerando - seppur da ottimizzare ce ne sia.

Durante il resto della giornata, poi, un mio collega mi ha passato un link di un titolo praticamene UGUALE a quello che devo realizzare io, per di più con la stessa idea di stile cartoon..
In effetti, ora che ci ripenso, non vorrei che quelli dell'agenzia per cui dovremmo fare il gioco, ideatori del concept, si fossero per così dire fatti ispirare un po' troppo da ESEMPI trovati online.. Mah.
Comunque sia, per una cosa o per un altra la situazione non e' proprio rosea come speravo.

Credo che a questo punto si scarterà il 3D a favore di un 2D, forse con la gestione dell'asse Z di flash. Certo che se vanno male anche questi tentativi mi sa che sono fottuto.
Meglio non fasciarsi la testa in anticipo e magari fare un po' di ho oponopono ^_^

Commenti

Post popolari in questo blog

Indies alla riscossa: Rain World Alpha 150224 e il prototipo di Ninja Rising ver.C86

Rain World, in arrivo per quest'estate su STEAM dopo aver starvinto la campagna su KickStarter ($62.3k contro i $25K richiesti). Bellissima pixel art, vien voglia di disegnarne.

Si spera solo che sia effettivamente divertente - ho alcuni dubbi su alcune scelte ma as usual son pronto ad adattarmi ;).

E che dire del prototipo di Ninja Rising, qui in ver.C86 Prototype(UE4 version)? Per ora io dico: magnifico. Lo voglio su PC:

People of Parkour Ep. 5 | Father & Son

Così dovrebbe essere... ;)

Questa volta NON è passato un anno...

...dall'ultimo post anche se il blog mi pare morto, più che altro perché non mi va di scrivere (roba davvero troppo personale) e uso più che altro l'app JOURNEY (per questo, anche se non sempre).

Devo dire che questi ultimi 2 anni no sono stati il top e il 2016, con papà in ospedale, abbastanza uno schifo. E alla depressione si aggiunge il procrastinare, la pochissima voglia di fare (a casa), l'odio per il lavoro e, forse, la vita.

Chissà come andrà a finire ma per ora non sono proprio sui binari giusti.
Devo però ammettere che scrivere, e scrivere anche qui, mi piace sempre molto, molto di più se lo faccio dalla tastiera e non da una virtuale.
Un po' come il disegnare, che mi piace sempre e mi da sempre molta gioia.
Mi metto su un tè e poi vediamo che fare stanotte.