Passa ai contenuti principali

Galoppata dell'uomo macchina

Stavo pensando di aprire un nuovo dominio, oltre quello di mrkaizen.
Sto stendendo una lista delle cose che voglio fare e per cui devo investire tutto il mio tempo e la mia forza e volevo un metodo per monitorare me stesso alla luce del sole.
Per lo meno per il "sole" della rete che, fortunatamente, non tramonta mai.

Non essendo stato troppo fedele alle mie decisioni degli ultimi 2 anni, mi sento che è il momento di un passo in più. Sfoderare tutto il mio orgoglio, la mia rabbia, la mia passione.
Un quinto della mia vita sta finendo, il corso di speleo mi ha donanto nuova linfa e il desiderio di plasmare di più, di provare di più.
Disquisendo con un collega-capo dell'ufficio sul mio futuro presso la sua azienda mi sono reso conto che ho una certa marcia in più..
Cosa attendo per inserirla credo di saperlo solo io.

Vero è che in quest'ultimo mese e mezzo ne ho vissute di tutti i colori, tra un non troppo sereno rapporto con la mia ragazza e la tragica situazione fisica di un mio Caro, e forse sto cercando una specie di scappatoia.
L'idea di lanciarmi potrebbe essere una via di fuga, un staccare da una situazione poco piacevole, di stress.


Uhm..
Ah, quante cazzate... diamoci da fare.

Commenti

Post popolari in questo blog

Indies alla riscossa: Rain World Alpha 150224 e il prototipo di Ninja Rising ver.C86

Rain World, in arrivo per quest'estate su STEAM dopo aver starvinto la campagna su KickStarter ($62.3k contro i $25K richiesti). Bellissima pixel art, vien voglia di disegnarne.

Si spera solo che sia effettivamente divertente - ho alcuni dubbi su alcune scelte ma as usual son pronto ad adattarmi ;).

E che dire del prototipo di Ninja Rising, qui in ver.C86 Prototype(UE4 version)? Per ora io dico: magnifico. Lo voglio su PC:

People of Parkour Ep. 5 | Father & Son

Così dovrebbe essere... ;)

Questa volta NON è passato un anno...

...dall'ultimo post anche se il blog mi pare morto, più che altro perché non mi va di scrivere (roba davvero troppo personale) e uso più che altro l'app JOURNEY (per questo, anche se non sempre).

Devo dire che questi ultimi 2 anni no sono stati il top e il 2016, con papà in ospedale, abbastanza uno schifo. E alla depressione si aggiunge il procrastinare, la pochissima voglia di fare (a casa), l'odio per il lavoro e, forse, la vita.

Chissà come andrà a finire ma per ora non sono proprio sui binari giusti.
Devo però ammettere che scrivere, e scrivere anche qui, mi piace sempre molto, molto di più se lo faccio dalla tastiera e non da una virtuale.
Un po' come il disegnare, che mi piace sempre e mi da sempre molta gioia.
Mi metto su un tè e poi vediamo che fare stanotte.