Passa ai contenuti principali

Ora BASTA


Dunque, da oggi si incomincia il cambiamento per una qualità di vità eccellente.
Basta cazzate.
Ho riflettuto sul mio stato fisico e sul cibarsi di cibi inutili. Smetto ADESSO subito con il cibarmi di troppo pane, quindi lo elimino all'istante dal pranzo. I carboidrati che ingerisco sono troppi, NON NE HO BISOGNO.
E via anche un caffè al giorno, direi quello della pausa pranzo, e comunque mai più la sera. Mantengo il caffè al mattino, la tappa al bar mi piace molto perchè vedo la cameriera carina (e sorridente) e mi sento parte di una comunità, quella della gente al bar. Inoltre mi piace vedere gente passseggiare, un pò di vità, le formiche umane al lavoro.
Almeno finche non torno a casa, lavorando in un altra città, lo farò. Al momento non mi è in più - anzi, diciamo che MI STA BENE COSI'.

Guardando un filmatio di T. Robbins (link sulla colonna a destra per capire di chi si tratta..) diceva che chi si ciba di cibi gustoni ma purtroppo scarsamente nutritivi lo fà perchè danno solievo da una situazione di infelicità. Quindi, per esempio, sono stanco e stressato dopo una giornata di lavoro e, appena uscito, mi sparo una bella scatola di biscottoni al cioccolato che, con loro bonta, mi alleviano dalla fatica appagandomi nel gusto.
Io NON VOGLIO FARLO PIU'. Mi fa schifo l'idea di essere debole e fare una cosa del genere solo per compensare una falla che ho in me. Basta falle.
Voglio avere un corpo forte ed energico che mi aiuti e mi sostenga nella mia missione per l'eccelenza. Ah, bello, si, lo devo riscrivere:

MISSIONE PER L'ECCELLENZA.

Pensando al mio fisico ideale ho molta invita degli adominali scolpiti e di possenti pettorali. Quando vidi per la prima volta il film Pitch Black con Vin Diesel pensai che lui avesse proprio un corpo eccelente. Decisi che volevo essere come lui, mi allenai tutti i giorni ma non focalizzando sul mio obiettivo e non rafforzando la mia connessione mentale non son riuscito a raggiungere il risultato sperato. Dopo mesi ho mollato. Ero in forma ma l'allenamento mi diventava pesante e spesso preferivo dormire la mattina - per inciso, non lavoravo ancora.
E' ora di pianificare il mio corpo, voglio mostrare a tutti che ne sono capace e finalmente eliminare i miei piccoli rotoli di ciccia.

Ma perchè smuovermi e crearmi il mio corpo d'acciaio?
Per i seguenti motivi:


.Rivedere i miei vecchi amici e dimostrare ad alcuni di loro che ho ripreso la strada dell'eccellenza e questa volta NON HO FALLITO
.Avrò più energia e forza nelle fare le cose
.Starò più dritto con la schiena
.Mi darà l'autostima per affronatre i miei prossimi traguardi della carriera
.Mi guarderò allo specchio con maggiore soddisfazione
.Farò sesso con la mia ragazza con più gusto, sentendomi più desiderato
.Sarò un modello per altri, prima di tutto in famiglia - insomma sarò più leader

Credo proprio che sia la leadership quello che cerco e la soddisfazione di essere riuscito a raggiungere i miei obiettivi.
Essere felice perchè libero di fare quello che mi piace potendo scegliere e gustarmi poi i risulati.

Commenti

Post popolari in questo blog

Indies alla riscossa: Rain World Alpha 150224 e il prototipo di Ninja Rising ver.C86

Rain World, in arrivo per quest'estate su STEAM dopo aver starvinto la campagna su KickStarter ($62.3k contro i $25K richiesti). Bellissima pixel art, vien voglia di disegnarne.

Si spera solo che sia effettivamente divertente - ho alcuni dubbi su alcune scelte ma as usual son pronto ad adattarmi ;).

E che dire del prototipo di Ninja Rising, qui in ver.C86 Prototype(UE4 version)? Per ora io dico: magnifico. Lo voglio su PC:

People of Parkour Ep. 5 | Father & Son

Così dovrebbe essere... ;)

Questa volta NON è passato un anno...

...dall'ultimo post anche se il blog mi pare morto, più che altro perché non mi va di scrivere (roba davvero troppo personale) e uso più che altro l'app JOURNEY (per questo, anche se non sempre).

Devo dire che questi ultimi 2 anni no sono stati il top e il 2016, con papà in ospedale, abbastanza uno schifo. E alla depressione si aggiunge il procrastinare, la pochissima voglia di fare (a casa), l'odio per il lavoro e, forse, la vita.

Chissà come andrà a finire ma per ora non sono proprio sui binari giusti.
Devo però ammettere che scrivere, e scrivere anche qui, mi piace sempre molto, molto di più se lo faccio dalla tastiera e non da una virtuale.
Un po' come il disegnare, che mi piace sempre e mi da sempre molta gioia.
Mi metto su un tè e poi vediamo che fare stanotte.